Intercultura Cem Mondialità, per l'educazione interculturale

Sections

Personal tools

You are here: Pagina principale => Rivista => Arretrati 2007 => Novembre => Questo numero Novembre 2007
[



CSAM
]



[ Missionari Saveriani ]



[ Missione Oggi ]



[ Video Mission ]



[ Libreria dei Popoli ]



[ San Cristo ]



[ Missione giovani ]



[ Missionari Saveriani Italia ]
 

Questo numero Novembre 2007

Document Actions

   Sommario

Questo numero

di Federico Tagliaferri

Questo numero di CEM Mondialità continua il percorso sul tema «Umano, disumano, post-umano. Corpo a corpo nell’educazione», proseguendo in un cammino ricco di incognite e di territori poco conosciuti. Esso contiene, come preannunciato nel numero scorso, il primo documento CEM sul post-umano, scritto a diverse mani e presentato in anteprima al nostro recente convegno annuale. Si tratta di una bozza, s’intende, che ha l’unica ambizione di provocare il più possibile discussioni e commenti su un tema quanto mai complesso

Il dossier di novembre«La vita digitale» rappresenta una tappa importante nella ricerca sul tema che la rivista si propone di indagare. «Le scoperte, le sperimentazioni e ora di nuovo l’assegnazione di Nobel che si succedono in questi ultimi tempi in merito alle bioscienze e alle biotecnologie  - scrive Antonio Nanni nell’introduzione - ci danno la piena conferma dell’importanza del percorso culturale che il CEM ha scelto per quest’anno». «In questo dossier - prosegue Nanni -, curato da Aluisi Tosolini e Gianni Caligaris, si affronta quell’aspetto particolare della mutazione antropologica in corso che è noto come “vita digitale” (si pensi al libro così intitolato di Vittorino Andreoli), che comprende tutte quelle trasformazioni concrete della vita quotidiana che sono dovute all’uso del telefonino... fino ad internet».

Sono i due autori citati a farsi carico di un argomento che hanno voluto titolare «Dal telefonino ad internet. Le protesi tecnologiche ed il loro significato», mettendo subito in evidenza la linea che collega ed unisce il processo evolutivo della nostra epoca: ogni tecnologia costituisce una protesi per il nostro corpo, e questo vale in modo particolare per il mondo digitale. Un’antologia di testi predisposta dagli autori arricchisce e completa l’articolo principale del dossier.

Perfettamente in sintonia con tale riflessione si pone il film proposto da Lino Ferracin, eXistenZ (è scritto proprio così), di David Cronenberg, dove la vicenda di un nuovo gioco di realtà virtuale è lo spunto per ampie considerazioni sulla portata che il termine «realtà» può oggi assumere.

Nell’inserto centrale, dedicato alla «comunicazione non verbale», Stefano Curci ci conduce in quel vasto mondo dove per comunicare non bastano o non servono le parole, ma dove i gesti, i segni, i luoghi, le circostanze assumo significati precisi, ancora più importanti e delicati nel campo dell’intercultura.

Nella sezione «Resto del mondo», segnaliamo l’articolo di Paolo Beccegato, che ricostruisce il ruolo giocato dal mito e dall’oblio nella costruzione dell’odio etnico che alimenta la guerra, e la rubrica «Paradossi» di padre Domenico Milani, dove si racconta un tragico episodio della resistenza avvenuto sulle colline parmensi nell’autunno del 1944, e l’emozionante incontro con Giovanni Benetti, il protagonista della vicenda, avvenuto 63 anni dopo.

©Cem Mondialità
« Luglio 2014 »
do lu ma me gi ve sa
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
Cerca nel sito
 
 

CEM Centro educazione alla Mondialità
via Piamarta, 9 - 25121 Brescia - tel +39 030 3772780 - fax +39 030 3772781 - email: cemsegreteria@saveriani.bs.it

siti al TOP