Intercultura Cem Mondialità, per l'educazione interculturale

Sections

Personal tools

You are here: Pagina principale => Rivista => Arretrati 2010 => Maggio => Questo numero Maggio 2010
[



CSAM
]



[ Missionari Saveriani ]



[ Missione Oggi ]



[ Video Mission ]



[ Libreria dei Popoli ]



[ San Cristo ]



[ Missione giovani ]



[ Missionari Saveriani Italia ]
 

Questo numero Maggio 2010

Document Actions

  Sommario

Questo numero

di Federico Tagliaferri

Questo numero di CEM Mondialità contribuisce ad allargare il concetto di «resilienza», argomento centrale di tutta l’annata 2009-2010, dedicata a «La felicità nella società del rischio. L’educazione al bivio, rassegnazione o resilienza?».

Il «dossier» monografico, intitolato «Pretoria, verità senza vendetta», a cura di Chiara Rioli e Paolo Naso, ci offre un’approfondita descrizione del meccanismo che ha consentito al Sud Africa di uscire dagli anni bui dell’apartheid senza spargimento di sangue: l’emergere della verità, la rinuncia alla vendetta. Scrive Rioli: «Ripercorrere la storia recente del Sudafrica come caso serio di “verità senza vendetta” non è un puro esercizio speculativo, ma un percorso di ricerca e memoria utile e attuale». «A vent’anni dall’avvio del processo politico che ha liberato il Sudafrica dall’apartheid - scrive Paolo Naso - ancora si fatica a cogliere la “chiave” di quello che è accaduto. Il caso di un paese che in pochi anni passa dal razzismo di Stato ad una democrazia multiculturale senza passare per il bagno di sangue di una guerra civile, sembra ridursi all’eccezionale personalità di leader come Nelson Mandela o Desmond Tutu. […] La particolarità e la ricchezza del caso sudafricano si fondano anche su altri elementi, spesso trascurati: primo tra tutti la rilevanza del “fattore religioso” nel particolare contesto dell’Africa australe».

I due autori esplorano con originalità e partecipazione il percorso che ha reso possibile il «miracolo» sudafricano, un caso senza eguali nel mondo contemporaneo, rintracciandone le origini storiche, ma soprattutto civili, culturali e spirituali.

All’interno del «dossier», Lino Ferracin ci parla del film Il colore della libertà - Goodbay Bafana, un’opera che ben esemplifica la transizione del Sud Africa dall’apartheid alla democrazia attraverso la metamorfosi interiore di un uomo, James Gregory, per ben 25 anni carceriere di Nelson Mandela.

Nell’inserto centrale, dedicato a «Cittadinanza e Costituzione», Antonio Nanni e Antonella Fucecchi ci parlano di «Educare alla cittadinanza in contesti multiculturali», prendendo le distanze dalle ipotesi vecchie e nuove di multiculturalismo separatista e ideologico, in favore dell’interculturalità, la vera scommessa da vincere.

Nella sezione «Resto del mondo», per la rubrica «Agenda interculturale», segnaliamo l’interessante articolo Nonsolocalcio di Alessio Surian: un «capitolo» musicale della storia sudafricana che s’inserisce nel panorama dei prossimi campionati del mondo di calcio.

Due pagine sono riservate all’iniziativa Dudal Jam, la campagna che si propone, in collaborazione con l’Ong LVIA, di progettare e gestire una scuola di coeducazione alla pace in Burkina Faso. Sostenete la Campagna! È una parte importante della mission di CEM!

©Cem Mondialità

« Novembre 2014 »
do lu ma me gi ve sa
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
Cerca nel sito
 
 

CEM Centro educazione alla Mondialità
via Piamarta, 9 - 25121 Brescia - tel +39 030 3772780 - fax +39 030 3772781 - email: cemsegreteria@saveriani.bs.it

siti al TOP