Intercultura Cem Mondialità, per l'educazione interculturale

Sections

Personal tools

You are here: Pagina principale => Rivista => Aprile => A scuola e oltre Aprile 2012
[



CSAM
]



[ Missionari Saveriani ]



[ Missione Oggi ]



[ Video Mission ]



[ Libreria dei Popoli ]



[ San Cristo ]



[ Missione giovani ]



[ Missionari Saveriani Italia ]
 

A scuola e oltre Aprile 2012

Document Actions

   Educazione degli adulti

Le città viste (e vissute) dai giovani figli di migranti

di Davide Zoletto


Nell’ambito di questa rubrica si è evidenziato in più occasioni come oggi l’educazione interculturale sia chiamata a costruire percorsi in grado di connettere scuola ed extrascuola, allo scopo di promuovere in modo continuativo occasioni d’interazione lungo tutto l’arco della giornata dei nuovi italiani, siano essi figli di genitori migranti o di genitori italiani.

Un contributo particolarmente prezioso in questa direzione ci viene da tre volumi usciti recentemente presso la casa editrice Guaraldi di Rimini. Si tratta di tre testi che raccolgono i risultati di un progetto di ricerca triennale coordinato da Matilde Callari Galli dell’Università di Bologna. Il titolo del progetto - «Contesti urbani, processi migratori e giovani migranti» - riassume efficacemente il focus della ricerca: ovvero quello di studiare i diversi modi in cui i giovani figli dei migranti rappresentano i contesti urbani nei quali vivono, e con essi tutte le diverse agenzie educative formali e non formali (scuola, famiglia, centri di aggregazione, associazionismo, ecc.) che attraversano nella loro esperienza di ogni giorno.

Ciò che accomuna i tre volumi non è solo il focus della ricerca (le città viste e vissute dai giovani migranti), ma anche l’approccio adottato dagli autori. Si tratta dell’approccio etnografico, basato sull’osservazione partecipante, sulla raccolta di testimonianze dirette e su quello che la stessa Calligari Galli chiama «vagabondaggio urbano», ovvero una tecnica di ricerca «accompagna i singoli testimoni della ricerca nelle loro routines quotidiane seguendo i loro percorsi, notando le loro impressioni, esplicite o implicite che siano, sui luoghi che attraversano e/o frequentano»[1].

Il risultato sono alcuni spaccati di vita quotidiana che mostrano un continuum scuola-extrascuola che ha negli spazi urbani una sorta di sfondo integratore. Si spazia dalle modalità con le quali alcuni ragazzi e ragazze figli di migranti vivono e rappresentano alcuni quartieri periferici di Bologna («Nuovi territori e nuove pratiche di cittadinanza», di Giuseppe Scandurra nel primo dei tre volumi, il già citato Stranieri a casa), all’associazionismo di «seconda generazione» (Bruno Riccio e Monica Russo nel secondo volume Giovani in cerca di cittadinanza), al mondo dei servizi e del welfare visto e vissuto con gli occhi dei giovani migranti e postmigranti (Ivo Giuseppe Pazzagli e Federica Tarabusi, nel terzo volume Un doppio sguardo).

Senza dimenticare che la scuola, che a volte affiora negli altri contesti attraverso gli occhi e i racconti dei ragazzi, è oggetto essa stessa di uno sguardo mirato (Giovanna Guerzoni e Fulvia Antinelli, nel secondo volume). Ma anche la scuola - a sua volta - viene riletta a partire dal punto di vista dei giovani figli dei migranti che ce ne restituiscono un’immagine che ne mostra tutti i legami con la vita extrascolastica: uno sguardo che parte certo dentro le mura scolastiche ma che si allarga poi - come osservano gli autori - «tra fuori/dentro» la scuola stessa…

Per saperne di più

M. Callari Galli, G. Scandurra, Stranieri a casa. Contesti urbani, processi migratori e giovani migranti, Guaraldi, Rimini 2009

G. Guerzoni, B. Riccio, Giovani in cerca di cittadinanza. I figli dell’immigrazione tra scuola e associazionismo. Sguardi antropologici, Guaraldi, Rimini 2009

I.G. Pazzagli, F. Tarabusi, Un doppio sguardo. Etnografia delle interazioni tra servizi e adolescenti di origine straniera, Guaraldi, Rimini 2009

[1] Cfr. M. Callari Galli, Stranieri a casa, p. 43.

©Cem Mondialità

« Novembre 2014 »
do lu ma me gi ve sa
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
Cerca nel sito
 
 

CEM Centro educazione alla Mondialità
via Piamarta, 9 - 25121 Brescia - tel +39 030 3772780 - fax +39 030 3772781 - email: cemsegreteria@saveriani.bs.it

siti al TOP